In le storie di LISM

La testimonianza di Rita

Sono una mamma di due splendidi ragazzi e sono malata di sclerosi multipla da 16 anni.
Ricoverata d’urgenza per esami e per capire i sintomi che avevo a cosa erano dovuti, sono stata dimessa con la diagnosi di sclerosi. Tornata a casa non ero più io, anche allo specchio non mi riconoscevo. Il mio sorriso ero spento e anche i miei bambini mi guardavano straniti.

Ho accettato di curarmi con iniezioni ogni giorno, decisione sofferta perchè avevo paura di tutto, anche degli effetti collaterali e di quel nome “sclerosi multipla”. La notte prima di recarmi in ospedale per imparare come affrontare le cure, non ho dormito e ho pianto ma mi sono ripromessa che dovevo riuscire a farlo e a sopportare il dolore.
Da quel giorno sono passati otto anni, sono ancora in cura ma ogni giorno è una vittoria.

In questi giorni sono cambiata, ho perso alcune amiche ma ho incontrato altre persone stupende nel mio cammino.

Il malato diventa più sensibile e soffre quando vede indifferenza. La mia esperienza da malata è un continuo rinnovarsi, ogni giorno ci possono essere sintomi nuovi e tutta la famiglia viene coinvolta.
Mi è capitato di sottovalutare alcuni sintomi o di non parlarne in famiglia creando però preoccupazione. E’ brutto per le persone malate vedere i proprio cari sempre preoccupati per ogni cosa.
Ho combattuto con questo pensiero in tutti questi anni e ad oggi ho raggiunto la mia totale indipendenza. Ho anche fatto un viaggio da sola che mi è servito a curare le ferite e a ritrovare me stessa.

Post recenti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca