In le storie di LISM

La malattia per me è qualcosa che rende le persone deboli e forti allo stesso tempo: deboli sia esteriormente che interiormente perché purtroppo la società considera le persone malati quasi “inutili” o addirittura non li considera affatto perché occupano gli ospedali, non lavorano, hanno bisogno di cure e assistenza e non aiutano la società economicamente. Sono anche forti però. Perché il più delle volte riescono a continuare a vivere normalmente, ad affrontare la malattia e sopportarla con la forza di volontà. […].

Le persone malate riescono anche a insegnarci tante cose, a volte senza parlare, ma solo con la loro forza di volontà e il loro coraggio facendoci capire che la malattia non è la morte, la malattia fa parte della vita che è bella. Sempre e comunque.

Stare a contatto con le persone malate ti fa capire la fortuna che hai tra le mani e che spesso non apprezzi. Se penso a quanti continuano a lottare, credo che quelle siano persone fantastiche, degli “eroi” che danno serenità perché stare con loro diventa una cosa speciale che offre la possibilità di godere ogni attimo della vita.

Combattere la malattia significa anche sconfiggere la paura. La paura di soffrire e di diventare inutili. Ma tutti possono sconfiggere questa paura con l’aiuto di amici, volontari e parenti.

Probabilmente noi sani non riusciremo mai a capire davvero cosa prova una persona malata, ma credo che la cosa importante sia star loro vicini e farli sentire sempre amati.

Post recenti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca